Ricerca personalizzata


Ubuntu Eee è una distribuzione dedicata all'asus Eee PC basata su Ubuntu Netbook Remix che utilizza come ambiente desktop Gnome. Per installare questa distro sul nostro eee pc si possono seguire due metodi:

  • Connettere al netbook un lettore CD/DVD esterno.
  • Usare una chiavetta USB da almeno 1 GB.
 Se non si dispone di un lettore cd esterno l'unica posssibilità rimane ovviamente la chiavetta usb che si può recuperare facilmente o comprare a basso prezzo.
Ecco dunque come procedere:
Colleghiamo la chiavetta al netbook e, dopo aver verificato che sia stata montata con successo, apriamo il terminale e inseriamo il seguente comando:
mount I grep /media/disk | cut -f 1 -d ' '
NOTA: Il carattere tra gli apici è uno spazio.

Dopo aver eseguito il comando otterremo in output il file associato al dispositivo. Ad esempio /dev/sdb1.
Prendiamo nota di questa informazione in quanto servirà in seguito per identificare il pendrive. Scarichiamo ora l'iso della distribuzione al seguente indirizzo. Ci servirà anche il programma Unetbootin per copiare sulla chiave usb l'immagine di Ubuntu Eee e il bootloader necessario all'avvio della distro.

Dalla shell installiamo ora qualche pacchetto ausiliario con il seguente comando:
sudo apt-get install syslinux p7zip-full
Entriamo ora nella directory in cui il browser salva i download completati e inseriamo questi comandi:
sudo chmod +x unetbootin-eeeubuntu-linux-276
./unetbootin-eeeubuntu-linux-276
Nella finestra di Unetbootin selezioniamo l'opzione Diskimage e inseriamo la posizione sul disco dell'immagine iso della nostra distro. Come drive scegliamo invece il file dispositivo della chiavetta che avevamo ottenuto in precedenza. Per esempio /dev/sdb1.
Successivamente premiamo sul pulsante OK per copiare sulla chiavetta l'immagine iso e il bootloader. Pramiamo infine il tasto Exit per uscire.
Terminati tutti i passaggi scolleghiamo la nostra chiavetta dal pc e inseriamola nel nostro Eee PC. Avviamo il nostro netbook tenendo premuto il tasto Esc per accedere al menù che ci consentirà di scegliere il dispositivo da cui effettuare il boot. Ovviamente scegliamo la modalità via usb per avviare la nostra ubuntu Eee pc. Possiamo scegliere di utilizzare la nostra distro in modalità live o installarla cliccando sull'icona Install.

Quando avviamo la nostra distro linux Gnome caricherà un programma chiamato GDM (Gnome Display Manager) che ci chiederà di inserire nome utente e password per accedere al sistema (su KDE il programma che svolge questa funzione è K Display Manager). Per effettuare il login in automatico possiamo utilizzare il programma gdmsetup e dalla scheda Sicurezza abilitare la modalità di accesso automatico. In questo modo l'utente specificaro viene autenticato senza inserire nome utente e password.

Tutti i computer connessi in rete sono dotati di uno specifico indirizzo IP formato, in riferimento al protocollo IPv4 (più diffuso al momento rispetto al IPv6), da una stringa composta da quattro serie di tre numeri separati da punti dove ogni serie può variare da 0 a 255. Ad ogni indirizzo IP, grazie al sistema DNS (Domain Name System), è stato associato un relativo nome di dominio. In questo modo possiamo accedere a google con il suo nome di dominio google.it anzichè con il suo indirizzo IP 10.70.35.125. Spesso, nella configurazione di alcuni programmi o servizi, è però utile conoscere l'indirizzo IP di un nome di dominio e, per individuarlo, ci basterà aprire il terminale e inserire il seguente comando host nome_dominio.

Esempio

host google.it

Se sulla nostra macchina abbiamo installato due o più sistemi operativi può capitare che eseguendo il boot su uno di essi, al successivo boot sull'altro sistema operativo, le impostazioni riguardanti l'orologio risultino differenti provocando una inesatta visualizzazione dell'ora. Ciò accade perchè esistono due modalità diverse in base alle quali il nostro sistema operativo calcola l'ora attuale. La prima si basa sul meridiano di Greenwich ed è nota come GTM (GreenwichMean Time) mentre la seconda calcola l'ora in base al fuso orario locale. Se nei sistemi operativi, installati su una macchina, la modalità di calcolo dell'ora attuale non corrisponde si può verificare questo fastidioso problema. Se il nostro secondo sistema operativo è Windows, il quale utilizza la modalità locale, per risolvere il problema ci basterà editare il file clock presente nella cartella /etc/sysconfig all'interno del nostro sistema GNU/Linux. Apriamo quindi il file con l'editor di testo ed individuiamo la stringa HWCLOCK e modifichiamo il parametro -u (che sta per la modalità GTM) con --localtime. Al successivo boot l'ora dei due sistemi operativi sarà ora sincronizzata.

Spesso può esserci utile verificare il contenuto di un'immagine ISO senza però sprecare un CD/DVD. La procedura è molto semplice e consiste nel creare una directory che verrà usata dal sistema per montare la nostra immagine e renderne accessibile il contenuto.
Creiamo la cartella con il seguente comando mkdir /iso_virtuale e successuvamente inseriamo quest'altro comando:

Mount -t iso9660 ./immagine_iso /iso_virtuale -o loop

Il parametro -t specifica il tipo di file system dell'immagine.Esso non è tuttavia obbligatorio in quanto il sistema provvederà in automatico a identificare il file system. L'opzione -o seguita dalla direttiva loop servono invece a trasformare l'immagine in un device a tutti gli effetti come si si trattasse di un lettore CD/DVD.

Oggi Mircrosoft ha rilasciato l'ultima versione della sua suite di prodotti "live" ora denominata Windows Live Essential. Si tratta dell'ultimo rilascio prima della versione finale. Al suo interno la suite presenta anche l'ultima versione di Windows Live Messenger 2009 che porta con se una migliorata veste grafica e maggiore stabilità. Rispetto alla predente build sono stati corretti inoltre ben 120 bugs compresi il fastidiosissimo errore nella visualizzazzione delle icone personalizzate e il bug che faceva crashare il software non appena si avviava Windows Media player con il plugin per la musica attivato.


 
 



Ecco una raccolta di tuti e 30 i Wallpapers presenti nella build 6956 di Windows 7.

Se capita di dimenticare la propria password di root è sempre possibile accedere al sistema tramite una facile procedura che implica l'utilizzo del Grub. Ecco come procedere:
Quando il boot loader sta per essere caricato entriamo nella modalità di controllo premendo il tasto Esc e successivamente,per poter modificare la configurazione del Grub e scegliere il kernel, premiamo il tasto E. Selezioniamo ora la linea da modificre premendo nuovamente il tasto E, inseriamo poi a fine riga la seguente stringa.

rw init=/bin/bash
Carichiamo ora il sistema tramite la pressione del tasto B ed otterremo una shell con i privilegi di root. Ora siamo nelle condizioni di impostare una nuova password di root eseguendo il seguente comando:

passwrd nome_utente
nuova_password
Riavviamo ora il sistema per accedere come root e con la nuova password al nostro sistema.


Da oggi Android è disponibile anche per HTC Touch. Un utente del forum XDA ha infatti convertito il sistema operativo di casa Google per l'HTC Touch. Il dispositivo sembra funzionare correttamente eccetto per quanto riguarda le funzioni di GPS, Bluetooth e USB le quali non sono ancora state correttamente implementate. Qualche bug è ancora presente nella gestione dello schermo QVGA.
Via

Dopo 4 mesi dall'ultimo rilascio ecco finalmente pronta la beta 2.5 di Skype per dispositivi Windows Mobile. Purtroppo le novità sono veramente poche. Ecco quelle più interessanti:
  • Grafica più user friendly.
  • Migliorata la stabilità.
  • Migliorata la qualità audio.

Spesso capita di trovarci di fronte ad immagini in formato .nrg che è il formato proprietario del famoso programma di masterizzazione Nero disponibile anche per linux. Se non abbiamo installato il programma allora ci può venire in aiuto un semplice comando che convertirà la nostra immagine da formato .nrg in .iso. Basterà infatti aprire il terminale e immettere il seguente comando:

nrg2iso immagine.nrg immagine.iso

In poco tempo, a seconda delle dimensioni dell'immagine da convertire, otterremo la nostra iso pronta da masterizzare.

Dopo 2 mesi dal rilascio della prima beta è stata rilasciata anche la seconda beta di PCLinuxOS 2009 nome in codice N1PTT. Ecco le principali novità:
  • Aggiunta del kernel Kernel 2.6.26.8.
  • Aggiornamenti software: Amarok, Firefox 3.0.4, Thunderbird 2.0.0.17, Open Office 2.4.1, Frostwire, Ktorrent.
  • Il desktop environment predefinito rimane ancora KDE 3.5.10 ma, in futuro, gli sviluppatori aggiungeranno fra i repository anche KDE 4.0.

Raramente i sistemi Gnu/Linux si bloccano in modo inesorabile ma, quelle poche volte che ciò accade, potrebbe essere utile riavviare in maniera automatica la macchina. Tale funzione è particolarmente utile per riavviare macchine remote rimaste bloccate. Per impostare questa opzione ci basterà accedere, durante la fase di boot, al nostro bootloader LiLo o Grub e passare al kernel la direttiva panic=n.
La lettera n indica il numero di secondi superati i quali il sistema verrà riavviato. Se utilizziamo programmi di monitoraggio dobbiamo impostare un numero di secondi sufficienti in modo da permettere al programma di generare dei file di log e consentirci quindi di individuare l'errore cha ha determinato il crash del nostro sistema.

Microsoft ha rilasciato l'ultima versione del suo WGA precisamente la 1.8.32.0 e, come sempre, è già stato aggirato il sistema di protezione. Per per installare il crack che ci consentirà di effettuare l'aggiornamento tramite Windows Update, la procedura non è cambiata. Basterà infatti estrarre l'archivio in una qualsiasi cartella ed eseguire il file installer.bat. Riavviamo infine il sistema.

Dopo Ubuntu Intrepid Ibex e Fedora 10 ora è il turno anche della prima Release Candidate di OpenSuse 11.1. Interessanti le novità tra cui spiccano l'adozione del nuovo Kernel 2.6.27.7, Firefox 3.0.4 e, l'appena sfornata, release candidate 1 di Amarok 2.0.


La seconda beta di mozilla Firefox 3.1 è già disponibile via FTP. Ecco alcune delle novità presenti nella versione 3.1 del nosto browser:
  • Tab Tearing che consiste nella possibilità di trascinare una scheda in modo da trasformarla in una finestra e viceversa, feature già presente in Google Chrome.
  • Modalità Private Browsing.
  • Nuovo motore Javascript  denominato TraceMonkey.
  • Nuovo modo di visualizzare le Tab. 

Il team di Amarok ha appena rilasciato la prima release candidate del più famoso player per KDE. Narwhal, nome in codice di questa prima release candidate, lascia intendere che le attenzioni, rispetto alla precedente beta 3, sono state orientate tutte al fixaggio di alcuni bugs riscontrati nelle precendenti beta. Anche qualche novità è stata aggiunta, ricordiamo in particolare:
  • La posssibilità di importare le proprie statistiche da Itunes.
  • È ora possibile eliminare più brani alla volta dalle nostre collezioni Ipod
  • Aggiunti inoltre nuovi servizi per Last.Fm.
Per maggiori informazioni è possibile anche dare un'occhiata al changelog completo.

Molto spesso è utile eliminare i files duplicati, presenti nel nostro hard disk, per recuperare dello spazio prezioso. Possiamo rendere questa operazione meno noisa e soprattutto molto più veloce tramite il comando fdupes (find duplicates). Il criterio cn cui il comando esegue ed identifica i files doppioni è quasi assolutamente infallibile poichè si basa sul controllo delle somme di controllo denominate MD5.
Per eseguire l'operazione apriamo il terminale ed inseriamo il comando con la seguente sintassi:

fdupes directoryA directoryB
Il comando manderà in output a video una lista contente tutti i files doppioni trovati affiancati dal nome e dal percorso completo. Esistono anche numerose opzioni da lanciare insieme al comando fdupes. Ecco le principali:
  • Aggiungendoil paremetro -d verrà attivata la richiesta di cancellazione dei files doppi trovati.
  • Aggiungendo -r al comando per cercare doppioni anche all'interno delle sottodirectory.
  • L'opzione -z esclude invece dalla ricerca i files aventi dimensioni zero.
  • Il parametro -s ci consentirà infine di controllare anche i link simbolici.

Dopo Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex, è il turno anche di Fedora 10 denominata Cambrige.
Ecco, di seguito, le novità principali:
  • Condivisione di un collegamento wireless (condivisione ad-hoc della rete)
  • Migliore impostazione ed utilizzo delle stampanti attraverso strumenti di gestione migliorati.
  • Virtualization storage provisioning semplificato per collegamenti locali e remoti.
  • Nuovo sistema di rilevamento delle intrusioni e di controllo della sicurezza denominato SecTool.
  • Aggiornamento importante delle potenti e flessibili librerie di gestione software(RPM 4.6).
  • Migliori qualità e prestazioni audio attraverso la riscrittura del server PulseAudio, che ora sfrutta la schedulazione basata su timer.
  • Migliorato il supporto per quanto riguarda le webcam e i telecomandi ad infrarossi.
  • I percorsi /usr/local/sbin:/usr/sbin:/sbin sono stati aggiunti al PATH per utenti normali, in modo da semplificare i compiti di amministrazione a linea di comando.
Ecco le versioni disponibili:
  • Torrent
Fedora-10-x86_64-Live.torrent Fedora 10 x86_64 Live 685M
2008-11-25
Fedora-10-x86_64-DVD.torrent Fedora 10 x86_64 DVD 3.9G
2008-11-25
Fedora-10-x86_64-CDs.torrent Fedora 10 x86_64 CDs 4.1G
2008-11-25
Fedora-10-ppc-DVD.torrent Fedora 10 ppc DVD 4.2G
2008-11-25
Fedora-10-ppc-CDs.torrent Fedora 10 ppc CDs 4.3G
2008-11-25
Fedora-10-x86_64-Live-KDE.torrent Fedora 10 x86_64 Live KDE 685M
2008-11-25
Fedora-10-i686-Live.torrent Fedora 10 i686 Live 683M
2008-11-25
Fedora-10-source-DVD.torrent Fedora 10 source DVD 4.0G
2008-11-25
Fedora-10-i386-DVD.torrent Fedora 10 i386 DVD 3.5G
2008-11-25
Fedora-10-source-CDs.torrent Fedora 10 source CDs 4.0G
2008-11-25
Fedora-10-i386-CDs.torrent Fedora 10 i386 CDs 3.6G
2008-11-25
Fedora-10-i686-Live-KDE.torrent Fedora 10 i686 Live KDE 680M
2008-11-25


Per poter visualizzare i video su Firefox tramite il player Kaffeine occore installare il plugin Kaffeine-Mozilla. Per l'installazione possiamo ricorrere ai paccehti precompilati per la nostra distro oppure installarlo tramite sorgenti con i seguenti comandi:
  • Estraiamo l'archvio contenente i sorgenti e spostiamoci nella directory in cui abbiamo effettuato l'operazione.
  • Inseriamo nel terminale il comando: ./configure && make && make install
  • Successivamente spostiamo tutti i "prodotti" della compilazione presenti nella cartella /usr/local/... nella cartella plugins di Mozilla Firefox situata nella nostra home.

Michael Kimb Jones ha rippato, dalla build 6801 di Windows 7, tutti i Wallpapers presenti e li ha uppati sul suo blog rendendoli disponibili per tutti.


Per i pochi che ancora non lo conoscono, ShipIt è un servizio gratuito di Canonical che ci consente di ricevere i CD di Ubuntu e Kubuntu per posta. Ecco una foto dei CD appena ricevuti :)

Finalmente Adobe ha rilasciato una prima alpha del suo Flash Player 10 per sistemi operativi Linux a 64 bit. Attualmente, essendo ancora una versione alpha, il player è distribuito solamente sotto forma di tar.gz mentre bisognerà ancora aspettare per i pacchetti preconfezionati per le principali distro. Nonostante si tratti ancora di una prima release con moltissimi bug e poca stabilità, questo interessamento da parte di Adobe verso i sistemi operativi GNU/Linux fa ben sperare.

[Fonte]

La settimana prossima, alla prima SuperSpeed USB Developer Conference, verrà svelato il nuovo standard USB 3.0 . Intato emerge qualche rumors e le caratteristiche del nuovo standard sembrano essere veramente incredibili. Si parla di trasferimenti di file da 25 gb in soli 70 secondi. Lo stesso trasferimento, con una normale usb 2.0, impiegherebbe circa 14 minuti. Secondo qualche altro rumors il nuovo standard non verrà supportato nativamente da Windows 7 a causa dei vincoli temporali. Attendiamo dunque lunedi prossimo per maggiori informazioni.
[fonte inglese]

La Apple ha rilasciato ieri il primo aggiornamento per l'ipod Nano di quarta generazione. Il nuovo firmware, dal peso di circa 58mb, introduce molte novità:
  • Supporto per le cuffie Apple con funzione Remote e microfono.
  • Aggiunta la possibilità di disattivare la funzione Cover Flow.
  • Migliorata la stabilità del software Nike + iPod Sport Kit.
  • Risolti i bug che affligevano l'Ipod inseguito all'uscita dalla modalità TV Out.
  • Risolti i problemi riguardanti la modalità ibernazione.

Rilasciato il nuovo aggiornamento 3.04 di Mozilla Firefox. Ecco i cambiamenti più importanti:

  • Fixati numerosi bug riguardanti la sicurezza e la stabilità.
  • Aggiunte nuove lingue.
  • Aggiornata la Public Suffix list.
  • Fixati alcuni bug che non permetteno di salvare correttamente le password nella versione 3.02.

Fabio Erculiani ha annunciato la nuova release di Sabayon Linux 3.5.1.Ecco alcune delle novità presenti:
  • Adottato il kernel 2.6.26
  • Migliorato il supporto ai laptop (UMPC, like Eee PC)
  • Supporto ai seguenti filesystem: Unionfs, Aufs, Squashfs, ext4, NTFS-3G.
  • Desktop 3D facilissimo da settare. (punto di forza della distro).
  • Ambienti desktop: KDE 3.5.10, GNOME 2.22.3.
[Fonte]

La release 4.1.3 di KDE nome in codice "Change" porta con se molte novità. Ecco alcune delle novità presenti:
  • Sono stati fixati numerosi bug e aggiornato il parco software di KDE 4.0.
  • Corretti i bug che affliggevano il nuovo file manager Dolphin.
  • Ottimizzato il motore di rendering KHTML.
  • Miglioramenti anche per Kopete.

Come l'iPhone anche il nuovissimo G1, dopo solo una settimana dal suo rilascio, è stato sbloccato con successo dai ragazzi del forum xda-developers. Effettuare il Jailbreak del G1 è abbastanza semplice. Ricordo a tutti che il jailbreak consiste nella possibilità  di avere pieno accesso al filesystem del dispositivo. Ecco come procedere per effettuare l'operazione:
  1. Attiviamo il wifi e assicuriamoci di esserere connessi ad una rete.
  2. Avviamo l'applicazione Pterminal scaricabile dal market ufficiale per ottenere un prompt dei comandi.
  3. Inseriamo il comando cd system e premiamo invio e successivamente digitiamo cd bin .
  4. Inseguito inseriamo il comando telnetd per avviare la connessione telnet sul nostro G1.
  5. Diamo ora il comando netstat per ottenere l'indirizzo IP associato al nostro dispositivo.
  6. Apriamo ora un terminale sul nostro PC e inseriamo il seguente comando telnet seguito dall'IP del nostro G1. Per esempio telnet 192.168.1.101
  7. Adesso saremo loggati come utente root. Per rimontare il filesystem in modalità lettura e scrittura inseriamo il seguente comando: mount -oremount,rw /dev/block/mtdblock3 /system
[Post Originale in Inglese]

Sound Plugin è un interessante plugin per emesene che ci consentirà di inviare e ricevere suoni come avviene su Windows Live Messenger inseguito all'installazione di Msg Plus.
Ecco la semplice procedure per installare il plugin:

  • Verifichiamo di aver già installato i seguenti pacchetti wget e play.
  • Copiamo il plugin all'interno della cartella ".config/emesene1.0/pluginsEmesene"
  •  Dal menù di Emesene clicchiamo su opzioni, plugin e clicchiamo sul segno di spunta per abilitare il plugin appena installato.

Da qualche giorno gira, nei circuiti P2P, anche la versione a 64 bit della build 6801 di Windows 7, la stessa che è stata presentata allo scorso PDC. Ricordo che, qualche settima fa, era apparsa in rete solo la versione a 32 bit. Ecco il video che mostra il nuovo sistema operativo in azione al PCD 2008.




Evaystyle e Affarionweb offrono un contest da urlo in cui in palio vi è il  SAMSUNG SGH-I900 Omnia Nero 8GB. Si tratta attualmente dell’unico vero rivale dell’iPhone di casa AppleL'estrazione avverrà in diretta non appena il contest avrà raggiunto almeno quota 700 partecipanti. Veramente un occasione da non perdere. In bocca al lupo a tutti.
Regolamento:
  1. Il SAMSUNG SGH-I900 Omnia Nero 8GB è comprensivo di spese di spedizione,quindi totalmente gratuito.
  2. Per partecipare a questo contest i lettori di Evaystyle dovranno parlare di questo contest sul proprio sito o blog.Il vostro articolo dovrà contenere l’immagine con scritto Evaystyle e Affarionweb ti regalano un Samsung Omnia i900.Un link a questo post e uno al sito Affarionweb ( guardare quello in alto ).Se decidete di partecipare ricordatevi di segnalarlo nei commenti qui sotto.
  3. L’estrazione avverrà in diretta via webcam tramite il sito Ustream.tv
  4. Il contest non ha una fine prestabilita.Terminerà infatti tre giorni dopo il raggiungimento di 700 partecipanti ( visto il premio non penso durerà molto ).
  5. Spargete la voce e buona fortuna a tutti.

Molto spesso si ha la necessita di utilizzare alcuni Fonts tipici dei sistemi operativi Microsoft tra cui: Andale Mono, Arial Black, Arial, Comic Sans MS, Courier New, Georgia, Impact, Times New Roman, Trebuchet, Verdana, Webdings. Tutti questi fonts non sono presenti di default in Ubuntu ma, per poterli utilizzare,  basterà installare il pacchetto msttcorefonts lanciando da terminale il seguente comando:

sudo apt-get install msttcorefonts 

Per poter utilizzare subito i nostri nuovi font basterà poi rigenerare la cache dei font con questo comando

sudo fc-cache -fv

o riavviare semplicemente la nostra sessione.

Domani verrà rilasciata la nuova versione di ubuntu ma, data la grossa mole di downloads prevista, molto probabilmente i server saranno tutti sovraccarichi e, per questo motivo, è meglio aggiornare oggi stesso la nostra ubuntu alla release 8.10.
Se abbiamo già installato una delle Release Candidate ci basterà aprire il terminale e inserire il seguente comando:
sudo apt-get dist-upgrade

Se invece vogliamo effettuare l'aggiornamento dalla precedente versione 8.04, inseriamo nel terminale il seguente comando:
sudo update-manager -d


La fonera 2.0, nome in codice Liberator, è disponibile da oggi anche nello shop italiano. L'acquisto è però consigliato solamente ai developers attulamente infatti, la nuova versione della fonera, funziona come se fosse una fonera + e, non è stato ancora implementato il pieno supporto alla porta USB. Ecco il link al sito ufficiale.

Da qualche giorno è stata distribuita ai beta tester la release 4.70 di Msg PLUS compatibile con la nuova beta di Windows Live Messenger 9.0. Come spesso accade, qualche beta tester, ha uppato in rete la nuova versione permettendo a tutti di scaricarla! Buon Download :)
Fonte


Il servizio Shipit di Ubuntu è stato riattivato e consente ora di prenotare il CD della nuova versione di Ubuntu Intrepid Ibex 8.10. Il servizio è offerto, già da qualche anno, da Canonical per promuovere la sua distro.

In data odierna è stata rilasciata anche la terza beta di OpenSuse 11.1. Anche se in ritardo di qualche giorno la nuova beta è ricca di novità:
  • Live CDs per Gnome e KDE x86_64.
  • OpenOffice 3.0
  • Mono 2.0
  • Gnome 2.24
  • Fixati i problemi di installazione sui dispositivi Mac.

È stata rilasciata oggi la terza beta di SimplyMEPIS 8.0 per processori a 32 e 64 bit. Poche le novità introdotte tra cui, quella di maggior rilievo, è l'adozione del kernel 2.6.27.
Ricordiamo che si tratta di una distro basata su Debian orientata principalmente all'uso personale e/o professionale che utilizza come desktop environment KDE 3.5.9.

Microsoft ha rilasciato l'ultima versione del suo WGA precisamente la 1.8.32.0 e, come sempre, è già stato aggirato il sistema di protezione. Per per installare il crack che ci consentirà di effettuare l'aggiornamento tramite Windows Update, la procedura non è cambiata. Basterà infatti estrarre l'archivio in una qualsiasi cartella ed eseguire il file installer.bat. Riavviamo infine il sistema.
Password archivio: www.middown.com

In data odierna è stata rilascita la prima beta di PcLinuxOS 2009 molto ricca di novità tra cui:
  • kernel 2.6.26.6
  • KDE 3.5.10
  • OpenOffice 2.4.1
  • Firefox 3.0.3, Thunderbird 2.0.0.14.
  • Aggiornamento per Compiz Fusion 3D.
  • Aggiornati inoltre i seguenti software: FrostWire, KTorrent, Amarok, Flash, Java JRE
Gli sviluppatori fanno sapere inoltre che, non appena KDE 4 diventerà un pò più stabile, renderanno disponibile l'aggiornamento come se fosse un desktop alternativo tramite i repository ufficiali.

Ecco uno splendido tema per canola ispirato a Ubuntu Mobile realizzatto da Marcello a.k.a Rapadura.


In rete è disponibile un nuovo crack per l'edizione a 64bit di Windows Server 2008 SP1. Per applicare la patch basterà avviare l'exe all'interno dell'archivio e successivamente premere sulla voce patch.


Dopo aver applicato la patch e riavviato il sistema eseguiamo queste semplici operazioni:
  • Riavviamo il sistema e dalle impostazioni del BIOS portiamo la data e l'anno molto più avanti nel tempo.
  • Riavviamo norlmalmente il pc, clicchiamo col tasto destro del mouse sull'icona Computer e clicchiamo poi su proprietà.
  • Quando il sistema di attivazione visualizzerà il messaggio che ci avvertirà se vogliamo attivare la nostra copia di Windows ignoriamolo.
  • Ora il nostro sistema è stato patchato con successo, possiamo ora reimpostare la data effettiva ed effettuare tranquillamente tutti gli aggiornamenti.
Ricordo che la guida è stata realizzata a solo scopo educativo e non si intende in qlcun modo incoraggiare la pirateria.

In data odierna è stata rilasciata la nuova release 2.48 di Blender. Questa nuova versione include, oltre ai normali bugfix, anche interessanti novità:
  • Sun, Sky, Atmosphere
  • Python Editor
  • Grease Pencil
  • Nuova Game Logic
  • Real-time GLSL Materials
Maggiori informazioni sul sito ufficiale dove possiamo trovare un'ampia descrizione per ognuna delle nuove features aggiunte.


Il famoso plugin per Firefox Foxmarks è stato aggiornato alla versione 2.5.0. Con questa release è stata aggiunta la possibilità di sincronizzare in modo sicuro su un server remoto, oltre ai nostri segnalibri preferiti, anche tutte le nostre password. Veramente utilissimo questo plugin specialmente nei casi in cui ci troviamo spesso nelle condizioni di usare un pc diverso dal nostro e di non avere a portata di mano i nostri segnalibri e/o password.


Manca ormai pochissimo alla nuova versione di Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex che verrà rilasciata il prossimo 30 Ottobre. Una delle caratteristiche più importanti è l'aggiunta di un nuovo tema grafico con numerosi nuovi wallpaper. Ecco un'anteprima di quelli che probabilmente saranno i futuri wallpaper inseriti nella distro di default.

Evaphone è un nuovo servizio che ci consentirà di effettuare chiamate gratis in tutto il mondo senza spendere un centesimo e per di più senza neache bisogno di registrarci. Unica pecca del servizio è che le chiamate durano al massimo 35 secondi dopodichè la chiamata verrà chiusa automaticamente. Evaphone è offerto gratuitamente poichè, prima dell'avvio della chiamata, appare un breve filmato pubblicitario dalla durata di qualche secondo e anche perchè non si appoggia a nessun gestore telefonico ma le chiamate avvengono tramite voip.


La possibilità di installare Mac OS X sui comuni pc è ormai cosa nota. Esistono infatti tantissime mod che permettono, con procedure leggermente diverse, di installare il famoso operativo di casa Apple addirittura su processori AMD.
Ecco una lista completa delle principali MOD di Mac OS X per comprendere al meglio quale si addice di più alle nostre esigenze:
  • iDeneb, di cui ho già parlato ampiamente nel seguente articolo, supporta sia i processori AMD che Intel, è stata realizzata da punk92 ed è stata la prima a introdurre il bootloader Chamaleon per la compatibilità con i bios più datati.
  •  Leo4All è una mod che supporta sia i processori AMD che Intel, è stata realizzata da eddie111c,  noto già per l'hack sui comuni pc del precedente sistema operativo Tiger. Questa mod offre in più, ripestto alle altre versioni, la risoluzione di alcuni fastidiosi bug tra cui l'ibernazione e alcuni fix per processori AMD e per le schede video. Nonostante tutto è dotata di alcuni bug ancora non risolti tra cui prevale il non corretto riconoscimento delle tastiere e mouse PS/2.
  • Jas, con supporto anch'essa sia a AMD che a Intel, fu una delle prime a propporre una soluzione per i processori AMD. Eddie111c, attuale creatore e sviluppatore della mod Leo4All, faceva parte del team di Jas. Il Team ha lavorato su Tiger ma, ultimamente, ha spostato l'attenzione sulle versione server di questo sistema operativo.
  • Kalyway disponibile inizialmente solo per processori Intel è stata successivamente resa compatibile anche con AMD. Tra le caratteristiche a suo vantaggio citiamo l'installazione in GUID Partition Table o nel Master Boot Record, lo Sleep kernel 9.1 e numerose patch per svariati programmi come ad esempio Time Machine.
  • Zephiroth è una mod che supporta esclusivamente i processori AMD inoltre, come la Leo4All, anche questa versione presenta i bug legati al riconoscimento delle tastiere e mouse PS/2.
  • ToH è una mod funzionante solo su processori Intel che tuttavia soffre di alcuni problemi di riconoscimento hardware.
  • iAtkos funziona solo sui processori Intel, è stata realizzata dal team turco di OSX86 in collaborazione con il team Uphuck ed è dotata di un' installazione più semplice rispetto alle altre mod.
  • BrazilMac più che una mod di Leopard è da considerarsi un insieme di patch. Supporta solo i processori Intel.

Finalmente è stata rilasciata la versione finale di OpenOffice 3.0. Ecco le principali novità:
  • OpenOffice è ora multipiattaforma: supporta infatti Windows, linux e, da questa versione, è stato aggiunto anche il supporto nativo ai sistemi operativi Mac OS X.
  • Supportati gli standard ISO PDF/A e ODF 1.2 ed è stata aggiunta la possibilità di leggere i formati di Office 2007 e di Office 2008 per Mac.
  • Introduzione di uno "starter center" nell'interfaccia utente.
  • Aggiunto un nuovo set di icone.
Esistono anche alcuni miglioramente specifici per ogni applicazione della suite:
Writer (word processing): visualizzazione di più pagine in fase di modifica del documento, migliore gestione degli strumenti linguistici che vengono installati come estensioni (doppio clic), migliore gestione delle note.
Calc (foglio elettronico): aumento delle dimensioni del foglio a 1024 colonne, nuovo modulo per la risoluzione dei problemi di programmazione lineare, nuove funzionalità di collaborazione per gruppi di utenti.
Impress (presentazioni): possibilità di inserire le tabelle nella presentazione.
Draw (disegno e grafica): aumento delle dimensioni del foglio fino a nove metri quadrati (300cm x 300cm).
Fonte


Al recente evento a Las Vegas myPhone2008, uno sviluppatore norvegese di nome Erik Kristiansen, ha mostrato in antemprima la demo di un'applicazione opensource che, all'avvio dell'iphone, ci permetterà di scegliere se utilizzare Windows Mobile o il sistema operativo nativo dell'iphone, funzionando quindi come una sorta di bootcamp.
Lo sviluppatore è consapevole che la sua applicazione non verrà quasi sicuramente approvata dalla Apple perciò sarà possibile installarla tramite Cydia o Installer e naturalmente su iPhone sbloccati.

Jay Sullivan, il vicepresidente del settore mobile di Mozilla, ha annunciatò che il rilascio della versione alpha di Mozilla Mobile avverrà settimana prossima. Qui di sotto uno screen della versione per internet tablet.


Mozilla sta lavorando inoltre ad una versione per dispositivi Windows Mobile. Ecco uno screenshot di un abbozzo preliminare.

Ricordo che la versione beta di Firefox Mobile verrà rilasciata a inizio 2009 mentre a questa alpha ne seguiranno altre due o tre. Intanto si sta lavorando anche ad una versione per symbian 3rd edition e 5th edition (Nokia 5800 Music Xpress).

Ecco che spunta in rete un video che ha come soggetto quello che sembra essere il nuovo Mac Book che verrà presentato il prossimo 14 Ottobre.

Che ne dite?

Già da questa mattina è stato possibile scaricare l'immagine iso di Mandriva 2009 versione finale dal server FTP, ora sono stati resi disponibili anche gli indirizzi dei torrent da cui scaricare la distro.

Micorsoft ha rilasciato un nuovo tema ufficiale per Windows XP denominato Dark Blue. Essendo un tema ufficiale esso risulta firmato dalla stessa Microsoft e, per installarlo, non occorrerà quindi ricorrere a nessun hack ma basterà semplicemente installare il pacchetto e cambiare il tema in uso dal pannello preferenze del nostro desktop.
Fonte


Da pochi giorni è stata rilasciata la seconda beta di Amarok 2 denominata "Nujalik". Una delle principali novità consiste nel passaggio, come databese predefinito, da SQLite a MySQL Embedded il quale ci garantirà maggiori velocità nella gestione delle nostre playlist. Sono stati corretti inoltre numerossissimi bug ed è stato reintrodotta la possibilità di effettuare il download dei libri audio.

EASEUS Partition Manager è un'ottima alternativa gratuita al famoso programma commerciale Paragon Partition Manager. Con questo software, funzionante sia su Windows Vista che su XP, possiamo gestire al meglio le nostre partizioni: saremo quindi  in grado di  ridimensionarle, spostarle, eliminanarle e/o crearne di nuove, formattarle con il filesystem desiderato e renderle invisibili.
Fonte



AirMouse è un'applicazine acquistabile dall'Apple Store che ci consentirà, al prezzo di 4.99 €, di usare il nostro iPhone come se fosse un mouse wireless sfuttando le tecnologie integrate nel dispositivo (Wireless, touchscreen e accelerometro).



Manca ormai veramente poco al rilascio definitivo di OpenOffice 3.0 e intanto è stata appena rilasciata la release candidate 4. Il changelog completo lo si può trovare sul sito ufficiale.



Ecco un simpatico Easter Egg che ci permetterà di giocare al famoso gioco del tetris tramite il terminale presente in Mac OS X. Ecco la semplice procedura:

  1. Avviamo il Terminale. (applicazioni -> Utily -> Terminale).
  2. Digitiamo emacs e diamo invio.
  3. Premiamo il tasto Esc e successivamente il tasto x.
  4. Digitiamo infine la parola tetris e premiamo invio.
    Buona partita :)

    Nokia ha appena rilasciato la prima versione ufficiale di Nokia Music PC App che, al lancio del nokia 5800 Xpress Music, dovrebbe funzionare in maniera molto simile ad iTunes consentendoci di acquistare musica online. Per il momento l'applicazione è in grado solo di gestire e organizzare la nostra collezione musicale. Attualmente il software sembra abbastanza lento ma, considerando che si tratta solo della prima versione, incrociamo le dita sperando in nuove funzionalità.


     

    Copyright 2007/2008| PcExpert Template based on K2 by GeckoandFly.